Il trofeo più importante

de Il Marchese
Detesto le glorificazioni globali, si sarà capito. Detesto i lutti online, le condoglianze ipocrite, lo sfruttamento dei morti per accapparrarsi like -che li cerchi il cantante uscito da amici come la ragazza di mezza età che vorrebbe impressionare il figo appena conosciuto in palestra -, le bandiere a sfondo profilo (se non si tratti di incontri internazionali a supporto della madrepatria Grecia) e i vari #Je_suis.
Je suis il Marchese, e questo mi basta… Continua a leggere Il trofeo più importante

Annunci

Giallo! Rollaaa!

di Gnappo
Katsuro Namida era un giocatore dell’Hong Kong.

Nell’estate del ’41, durante uno scontro con un suo avversario, Nagashi Tastuoto, il buon Katsuro fu graziato dall’arbitro. Katsuro poté quindi giocare le partite successive.

Nel dicembre dello stesso anno, come premio per l’ottima annata, fu offerto al buon… Continua a leggere Giallo! Rollaaa!

Pier Paolo Pasolini e l’elevazione spirituale per mezzo di Pep Guardiola

di Il Marchese
Il due di novembre è sempre un’ottima data per criticare il mito di Pier Paolo Pasolini, uno dei piu’ facili bersagli per chi come me manca di rispetto ad ogni celebrazione nazionalpopolare, lo ammetto, ma, ricorrendo ogni anno quest’oggi il mistero intorno alla sua morte non c’è telegiornale che perda occasione per ricordarci quanto fosse bello e bravo e giusto e incompreso, il Pierpaolo nazionale… Continua a leggere Pier Paolo Pasolini e l’elevazione spirituale per mezzo di Pep Guardiola

Si stava meglio quando crossava Baggio?

di Il Marchese
Ultimamente è un proliferare ovunque del “si stava meglio prima”. Non “(si stava meglio) quando si stava peggio”, perché, diciamocelo, negli anni ’80 si stava bene, eccome. Quando si stava peggio si stava meglio. Alla radio passavano i Jesus and Mary Chain (non passavano, in realtà, ma facciamo finta che passassero), per esempio, e non … Continua a leggere Si stava meglio quando crossava Baggio?